Fumo Nero Motori Diesel? FACCIAMO CHIAREZZA!

FUMO NERO? FACCIAMO CHIAREZZA!
Hai presente quella brutta fumata nera, tipica dei motori Diesel, che si produce soprattutto quando si accelera o si scala la marcia? Ecco…capiamo insieme cosa accade!

Nei motori Diesel, il combustibile viene iniettato liquido in camera di combustione. Questa iniezione avviene al alta pressione (nei sistemi common rail si superano i 2000 bar) in modo tale da polverizzare il getto di combustibile in un fine spray di goccioline. Per polverizzare efficacemente il combustibile gli iniettori sono dotati di un certo numero di piccoli fori, chiamati “ugelli”, all’interno dei quali viene spinto il combustibile per una opportuna polverizzazione del getto. Queste piccole gocce vengono letteralmente “circondate” dall’aria calda di compressione e bruciano generando potenza motore.

Fumo nero: analizziamo la causa principale

Questa combustione non è perfetta: il nucleo centrale di queste piccole gocce di combustibile non riesce ad essere raggiunto dall’aria calda e quindi a bruciare correttamente. Ciò comporta la formazione di particolato (cioè residui carboniosi) che nel tempo si depositano sugli ugelli degli iniettori compromettendone la capacità di creare una ottimale polverizzazione del getto di combustibile. Questo effetto negativo peggiora nel tempo mano a mano che il veicolo viene utilizzato.

Il risultato lo vediamo nelle fumate nere che vengono prodotte ogni qual volta si accelera o si scala la marcia.

I problemi correlati al fumo nero nei motori diesel

  • Un ulteriore effetto negativo legato alla produzione di particolato in camera di combustione è legato al trafilamento dello stesso particolare attraverso le fasce elastiche nel carter del motore. Ciò crea una contaminazione dell’olio motore con un inevitabile deterioramento delle capacità lubrificanti e di raffreddamento dell’olio stesso.
  • Un altro effetto negativo della produzione di particolato sta nell’intasamento della valvola EGR. EGR sta per “Exaust Gas Recirculation”. Sostanzialmente una piccola parte dei gas di scarico (circa il 5-15%) , che nei motori Diesel, sono ancora ricchi di ossigeno vengono ricircolati dal collettore di scarico a quello di aspirazione. Ciò consente di abbattere una parte di inquinanti presenti negli scarichi del motore. Se però i gas ricircolati sono carichi di particolato, la valvola dell’EGR, ciò influenzerà negativamente le performance dell’EGR.
  • La produzione eccessiva di particolato provoca inoltre una riduzione degli intervalli di rigenerazione del FAP (“filtro anti particolato”). Il FAP infatti ha lo scopo di trattenere il particolato generato durante la combustione. Normalmente, attraverso un controllo elettronico dell’iniezione di combustibile, è possibile tramite una iniezione ritardata, che genera una cosiddetta “post combustione” bruciare il particolato che si è nel frattempo accumulato nel FAP. Se tale accumulo si verifica di frequente, aumenta anche la frequenza dei cicli di rigenerazione. Vedrete quindi spesso la spie del FAP accesa, ad indicare frequenti cicli di rigenerazione. In ogni caso si tratta  di un impatto ambientale non indifferente.

La soluzione esiste e si chiama DieselSprint!

In tutti questi casi la soluzione è il trattamento con i nostri additivi DIESELSPRINT PLUS® e DIESELSPRINT® .

Basta iniziare il trattamento con 125 ml di DIESELSPRINT PLUS® da inserire nel serbatoio del combustibili. Le eccezionali caratteristiche disincrostanti di DIESELSPRINT PLUS® consentono a questo additivo di rimuovere tutti i depositi di particolato che si sono formati nel tempo nel circuito di alimentazione, al fine di riportare il veicolo in condizioni di efficienza ottimali. Il trattamento va poi continuato con l’utilizzo di DIESELSPRINT® , ad ogni rifornimento, grazie al quale è possibili mantenere puliti e perfettamente lubrificati tutti gli organi costituenti il circuito di alimentazione del gasolio, dalla pompa del gasolio che si trova nel serbatoio fino agli iniettori.

diesel sprint max rigenerante

VANTAGGI CONSEGUITI:

  • Maggiore elesticità del motore
  • Ripristino delle performance nominali del motore
  • Miglioramento della capacità di accensione a freddo
  • Riduzione dei costi di manutenzione
  • Drastica riduzione della fumosità e della rumorosità

IL MOTORE DI UN VEICOLO E’ COME IL CUORE DI UN ESSERE UMANO. SE LO TRATTI BENE FUNZIONERA’ PER LUNGO TEMPO !

macro shot of heart shaped cut out 1820511
greyscale photography of car engine 190574

Il particolato nei motori Diesel è come il colesterolo per gli esseri umani. E’ silente fin quando non raggiunge livelli tali da mettere in pericolo la nostra vita……in questo caso quella dei nostri veicoli.

Un motore si cura come si cura un uomo: o si fa prevenzione (la pillola per il colesterolo, lo sa chi ne soffre, la si assume tutti i giorni) e quindi si evitano gravi conseguenze, oppure si attende l’inevitabile…un infarto!!!

A quel punto è necessario intervenire, per il nostro motore servirà un meccanico, una cura concentrata in pochi giorni purtroppo non servirà più !!!! Non aspettare l’inevitabile, intervieni subito con il miglior additivo per motori diesel: DIESELSPRINT® !